31.12.13

Last day...





Ultimo giorno del 2013.
Che dire di questo appena passato. Anno particolare che ci ha visto lottare, piangere, ridere,
cadere e rialzarci. 
Nessun buon proposito in particolare, mi e vi auguro solo il meglio perché si, noi lo meritiamo. 




Magari non sarà semplice trovare la via giusta ma noi amiamo le sfide. 
Ed io vi auguro di ridere e sorridere, tanto. 
Con gli occhi e con il cuore.
Di viaggiare e di aprire la mente. 
Di non precludervi nulla, mai. 
Di non vedere gli ostacoli ma guardare solo avanti. 

Buon 2014. 


26.11.13

Something different.




Qualcosa di diverso, un post diverso dal solito. 
Niente sorrisi tesi, gonne e vestiti, scarpe o capelli.


Una città e le sue mille sfaccettature.



Una giornata soleggiata e l'azzurro intenso del mare.



La necessità di mostrare piuttosto che mostrarsi.
Il bisogno di far vedere anziché farsi vedere. 




3.11.13

Copycat.




Post al volo, per non perdere l'abitudine.
Ancora una volta lei, Olivia. 

Non è un mistero quanto mi piaccia il suo stile. 
E non è un semplice fatto di abiti ed accessori. 
Tutt'altro.

E questa foto per me è una ulteriore conferma. 
Mi piace tutto, anche in questo caso...anche in multicolor e con tre differenti stampe addosso. 
Outfit perfetto per queste giornate a metà tra l'estate e l'autunno.
Per me non sbaglia un colpo.

Copycat. 



16.10.13

Ugly.



Sono la prima a dire che i gusti son gusti.
Non si discute, il mondo è bello perché è vario.

Ma quando vedo alcune cose mi viene spontaneo pensare:
"Ma cosa diavolo avevano in testa quando le hanno disegnate????". 

Voglio dire, le scarpe sono il nostro feticcio per eccellenza! 
Non ne abbiamo mai abbastanza e le utilizziamo anche per valorizzarci.

Ma queste? Perché dico io, perché? 

Siamo donne, al di là dell'ultima moda o del trend del momento. 
Perché decidere di mortificare il nostro fisico e assomigliare a delle moderne Frankenstein???

Io proprio non capisco.





   


   


E voi? cosa ne pensate?


13.10.13

Succede che...




Si cambia.
Succede, ma è così. A volte per scelta, liberamente. Altre volte è il fato che ci da uno spintone.
 Si cambia pelle, città, nazione.
Cambia il modo di vedere le cose, la vita.
Cambia la prospettiva.



Si cambia umore, lavoro, il colore dei capelli.
Cambia il nostro viso e il nostro corpo.
Perché in fondo noi donne siamo anche e soprattutto questo.



Esseri mutevoli ed in perenne movimento, mai uguali a noi stesse.
Figuriamoci poi se in fatto di moda riusciremmo a mantenere un unico, fermo, irremovibile
punto di vista...
Giammai!



Lentamente, giorno dopo giorno, ci sentiamo sempre più "strette" in quella minigonna che non lasciava intendere proprio nulla e scivoliamo in quella gonna lì, a ruota, così volutamente anni '50, così assolutamente a vita alta, così dannatamente perfetta.
Ci calza a pennello, quelle siamo noi.
Quella riflessa nello specchio siamo proprio noi.



 Qualcuno potrebbe storcere il naso. E dire che è tutta colpa dell'età. Che in fondo ad una "certa" età "certe" cose una donna non dovrebbe più indossarle...
niente di più sbagliato.
Io parlo di sensazioni, consapevolezza, certezze.



Io parlo di gusti e di buon gusto.
E di passioni improvvise che magari dureranno meno di un'estate e che magari fra un po' vedremo con enorme disappunto...



Io parlo di noi.


8.4.13

Copycat.



non sapendo quale scegliere ecco qui una carrellata di immagini di Giovanna Battaglia da cui prendere spunto per queste prime giornate di primavera.













E' inutile, eleganza e stile innato...




26.3.13

Vorrei.






Quante volte ci sorprendiamo a sentirci dire questa parola...solo sei lettere. Ci lusingano, ci ammaliano. Fanno correre veloce la nostra mente verso luoghi, idee, oggetti, emozioni, sensazioni. Sempre nuove, sempre diverse...





Che non è poi così vero il proverbio che i miei mi ripetevano da piccola sino allo sfinimento : "Angela, l'erba voglio non cresce neppure nel giardino del re...". Io con questa parolina "magica" ci sono nata e, soprattutto, ci sono cresciuta. Ci ho fatto le lotte, l'ho odiata, l'ho amata. Ho imparato a conviverci e a rispettarla. Perché si, è solo una parola...ma è una parola speciale che nasconde un mondo intero. Mille e una sfaccettature...



Io a volte vorrei che la mia vita fosse solo un fashion blog. A volte vorrei non essere io, a volte vorrei essere uno, nessuno e centomila. Vorrei riuscire ad essere costante, anche solo per due giorni di seguito. Vorrei avere la forza di urlare, di ridere, di piangere di gioia e di dolore. Vorrei imparare a dire basta. Vorrei avere il coraggio e la determinazione che a volte, spesso, mi manca. Vorrei avere la forza di essere io, con la i maiuscola...ed anche con la o maiuscola, già che ci siamo...




Vorrei essere più alta, più bassa. Vorrei essere sempre meno grassa. Vorrei avere i capelli biondi anzi, no...meglio rossi. Vorrei che il mio naso fosse decisamente più piccolo. Vorrei l'armadio di Carrie ed anche quello di Olivia Palermo. Vorrei assomigliare anche solo un pochino a Bianca Balti.
Vorrei avere otto lauree. Vorrei avere a disposizione una vita intera solo per girare il mondo. Vorrei prendere un aereo diverso ogni santo giorno. Vorrei che le giornate fossero almeno di 48 ore che a me 24 proprio non mi bastano. Vorrei riuscire a correre ogni giorno in un fantastico paio di scarpette con la suola rossa. Vorrei avere la grazia e l'eleganza di Grace Kelly. Il carisma di Frida Kahlo.



Vorrei questo e molto altro.
Che si sappia, tutto questo passa nella testa di una donna ogni singolo secondo di ogni singolo giorno. Ecco perchè siamo dannatamente multitasking ecco che la nostra vita altro non è se non una gigantesca mediazione.
Tra quello che abbiamo e quello che vorremmo avere. Tra quello che siamo e quello che vorremmo essere.


15.3.13

spring is in the air





la primavera ormai è alle porte, la sentiamo, la respiriamo. E' una sensazione quasi palpabile... siamo tante piccole lucertole in cerca dei primi tiepidi raggi di sole, in trepidante attesa di abbandonare per un po' i maglioni ed i cappotti in cui ci siamo infagottate per così tanto tempo.






La primavera è un po' come il tanto agognato week-end dopo una settimana di lavoro matto e disperatissimo. Come un paio di Louboutin appena acquistate e in attesa di essere indossate al momento giusto. Come il profumo del caffè la mattina, quando proprio non ce la facciamo ad abbandonare il letto...
Io non vedo l'ora, amo la primavera ma amo ancora di più l'estate... per me è un po' come uscire dal letargo... 


 




p.s.: mentre scrivo qui da me ci sono all'incirca 6°C... la scorsa settimana mentre scrivevo questo post ce n'erano 18°C...




23.2.13

L'estate che verrà, l'estate che vorrei...


Perché nonostante la pioggia, la neve e le temperature polari noi siamo donnine che non amano farsi di certo cogliere impreparate... tantomeno da una stagione!

questi i trend che preferisco in assoluto per la primavera e l'estate che verranno (con la speranza che non si facciano attendere ancora molto a lungo...)

Maxi: non è poi una novità... maxi gonne e maxi vestiti sono da sempre protagonisti indiscussi delle giornate estive. Glamour, sexy, pratici esistono migliaia di varianti, da quello più easy a quello più bon ton...

Io ho già scelto (ed acquistato n.d.r.) il mio... color geranio, senza spalline, con scollo a cuore, in seta, morbidissimo e fluttuante...da indossare con blazer a righe e converse.  


  
                  
                                        Issa London                                                   Daks



Bianco: etereo, avvolgente, impalpabile bianco... il colore dell'estate per eccellenza. Tessuti leggeri che seguono il nostro corpo e si muovono assieme a noi...



                   
                                       Scognamiglio                                                            Ports
 
 
Righe: più che un trend l'ennesima riconferma. Voglio dire, non è estate senza righe... questa volta però facciamo ciao ciao con la manina alla classica versione da marinaretto e diamo il benvenuto a linee più bon ton e sensuali. (qunt'è bello il vestito di Michael Kors?)
 
 
                     

                                            Devastee                                                    Michael Kors
 
 
 
Grunge : solo se rigorosamente chic! Prendiamo esempio dalla sfilata di Dries Van Note, camicia tartan e gonna longuette di paillettes, scarpe basse... per me è stato amore a prima vista. Sono già alla ricerca di qualcosa di simile...
 
 
                                                                      Dries Van Noten
                                  
 
avete già scelto i vostri trend?


16.2.13

Say it with...









...una dichiarazione d'amore, d'odio, di guerra, di indipendenza. 

Uno stato d'animo, una speranza, un pensiero. 

Romantica, leggera, spensierata, aggressiva, chiara, allusiva...

una semplice frase, il nostro motto, 
il nostro modo di dirlo...

...anche con una t-shirt.


pictures from zara.com and asos.com




7.2.13

I'm in love with...


leo.













...e più passano gli anni più lo amo.

Un accenno, un dettaglio, borsa, scarpe...o, perché no, anche su un cappotto. 

pictures from google.com

30.1.13

Mix and match.



















perché è proprio questo il tempo giusto per provare, sperimentare ed osare.

Anche con un semplice vestito...

...io lo sto già facendo. E voi?

pictures from google.com

Related Posts with Thumbnails